lunedì 24 novembre 2008

Risultati Primarie Giovani Democratici

Ultime da PdPoli:

Le primarie dei giovani del PD sono state un momento importante di democrazia. Chi ha partecipato avrà sicuramente notato lo spirito partecipativo dell’evento.

Passiamo ai risultati:

il segretario nazionale dell’organizzazione sarà Fausto Raciti che si è affermato con un 72% dei consensi, seguito da Giulia Innocenzi che ha preso il 12%, seguono Dario Marini con il 9% e Salvatore Bruno con il 7%.

A Milano e provincia è andata così:

Totale votanti: 870

Giulia INNOCENZI: voti 276

Fausto RACITI: voti 222

Dario MARINI: voti 129

Salvatore BRUNO: voti 113

Schede bianche: 97

Schede nulle: 33

I votanti sono stati in totale circa 120 mila, in particolare nel centro-sud. A Milano e provincia hanno votato circa 900 personse, una dato in netta contro tendenza. Un risultato sicuramente non positivo per una delle provincie più grandi d’Italia, che economicamente rappresenta il motore dell’economia italiana. A questo proposito faremo un analisi nei prossimi giorni. Un risultato elettorale non è solo fine al dato, ma per capire gli errori, bisogna intercettarne le cause e valutare i miglioramenti al fine di non avere conseguenze ancor più negative.

I risultati che riguardano i candidati alle Assemblee Nazionale e Regionale potete trovarli sul sito dei Giovani Democratici di Milano.

Noi di PdPoli ringraziamo tutti coloro che hanno contribuito alla gestione dei seggi, che lo hanno fatto volontariamente.

Ringraziamo tutti coloro che ci hanno aiutato a preparare l’evento, chi ha apprezzato i nostri spunti, chi si è avvicinato e interessato, e anche chi ha polemizzato con noi.

Infine ringraziamo tutti coloro che hanno votato per noi, chi continuerà a seguire il nostro blog, chi ci aiuterà a migliorarlo, chi ci aiuterà a proporre, chi farà di questa associazione una grande esperienza di nuova politica.

6 commenti:

Anellidifumo ha detto...

Naturalmente i dati di Milano e provincia sono veritieri, quelli nazionali sono stati moltiplicati minimo per 10, se non per 20. Non ci vuole una laurea in Statistica per capirlo. Considerando che al Sud il PD prende meno voti che al Nord, poi... in compenso abbiamo questa grande sorpresa dell'affermazione di Raciti. Chi l'avrebbe mai detto?

Pietro_d ha detto...

Ciao Anellidifumo. Nel mio pot non ho voluto fare alcuna polemica, anzi ho solo preso in prestito un post fatto da alcuni miei amici candidati alle varie assemblee.
Detto questo da scettico delle Primarie e da Meridionale residente al nord non posso che avere la tua stessa impressione su tutto.
Detto questo non posso che sperare che i miei amici eletti facciano del loro meglio nei vari organi per imprimere novità ad un partito che non è nelle migliori condizioni...

p.s. il sottoscritto non è iscritto al PD, ma è solo un sostenitore/simpatizzante!

Anonimo ha detto...

Mi spiace contraddirvi, cari amici e compagni di Milano. E' vero, i voti reali al Mezzogiorno sono in alcune aree inferiori rispetto ad alcune aree del nord, ma qui parliamo di Primarie, ovvero di mobilitazione interna.
Mobilitazione interna vuol dire che sono attivisti e simpatizzanti che si muovono per un risultato. Al sud evidentemente c'è stata una mobilitazione maggiore. Io risiedo da qualche mese a Bologna, e posso dirvi senza ombra di dubbio che mentre ho ricevuto centinaia di telefonate da candidati e sostenitori della mia terra, i quali hanno chiesto un mio sostegno, qui a Bologna non ho mai neanche visto un gazebo, per dire, in via Zamboni, battuta ogni giorno da migliaia di studenti.
Non che questo voglia dire qualcosa, in termini di voti reali, ma spiace molto leggere dei commenti così razzisti nei confronti di quelli del sud che rubano sempre. Forse se iniziaste a guardare nel vostro orto, capireste perché la lega nelle vostre terre supera il 10%.
Vi auguro un buon lavoro e una buona vita.

Pietro_d ha detto...

da meridionale quale sono non posso che rispedire indietro le accuse di razzismo...

non credo che a Milano si sia lavorato male (come tu dici per Bologna), anzi, ho visto molto attivismo, anche e sopratutto attraverso i sistemi più moderni e giovani come quelli 2.0...

visti i risultati al meridione, io ora mi aspetto nelle prossime elezioni (quali che siano) degli ottimi risultati... lo spero vivamente...

Anonimo ha detto...

Concordo in pieno con anellidifumo. io sono a bologna, e dire che sono state un fallimento, è già dire poco. Non c'era un'anima viva e io ho votato per un mio amico circa 20 volte.

Rigitans' ha detto...

beh, che dire...io so solo che di pubblicità per andare a votare non se n è praticamente fatta, eppure il pd di risorse ne ha, e si dice sempre che i giovani sono il futuro! però appena è stato decretato il vincitore (deciso a tavolino) s è mossa la macchina mediatica e tutti hanno parlato di raciti...come la mettiamo?
mi dispiace essere critico, perchè so che è come sparare sulla croce rossa, e mi auguro che le persone per bene nel pd si indignino e si incazzino un po' con i dirigenti e rpetendano cambiamento, VERO.

per il baretto t ho risposto da me :)