mercoledì 9 aprile 2008

Perché voto PD!

Mancano pochi giorni al voto, la trepidazione sale così come la speranza di riuscire a strappare una splendida ed inaspettata vittoria viste le basi di partenza (senza però illudersi molto). In molti di noi hanno convinto (gli almeno) 5 amici, altri lo stanno ancora facendo.
In tutto questa cornice mi sono appena accorto di non aver scritto nulla, o quasi, sul perché della mia scelta in favore del PD e di Veltroni.
Probabilmente sarà il mio ultimo post prima del voto, visto che domani sarò occupato dalla solita Università e dal comizio in piazza Duomo col nostro candidato premier e venerdì dovrò partire per tornare nella mia terra espletare il mio voto.

Prima di tutto perché voto?
Votare per non lasciare il mio diritto di scegliere ad altri, ma anche perché come ha detto qualche giorno fa ad un incontro sull'ambiante Realacci chi vota dopo avrà tutto il diritto di lamentarsi con i suoi dipendenti (per dirla alla Grillo).

Perché voto PD?
Sarò abbastanza breve:
Il PD rappresenta la Sinistra che punta a governare a a cambiare (e migliorare) l'Italia ed è l'unica che può farcela.
Il PD offre un programma che è abbastanza preciso e fattibile senza vendere del facile fumo.
Il PD e Veltroni sono la Sinistra più vicini agli standard del Riformismo Europeo.
Il PD è chiaro e per niente populista su materie come Università e Istruzione e riesce a proporre (invece di nascondersi dietro facili NO) su materie come Ambiente, Infrastrutture ed Energia.
Il PD offre anche ottimi spunti sulle materie del lavoro, dell'economia e dell'industria.
Il PD non crede nella lotta di classe ma nel fatto che il figlio dell'operaio abbia le stesse opportunità per migliorare la vita come il figlio del medico o dell'imprenditore o del notaio.
Il PD in caso di vittoria (ma anche di sconfitta) permetterà a donne e giovani una maggiore rappresentanza nelle camere e quindi un ricambio della classe politica, a differenza di altri partiti che pur nascondendosi dietro la parità di sessi nelle liste mantengono le donne e i giovani nelle retrovie.
Il PD ha detto un secco NO alla Mafia e ai suoi voti e non si è permessa di dare dell'eroe ad un mafioso come Mangano... i veri eroi sono tutti quelli (famosi o meno) che hanno lottato e detto no alla malavita organizzata.
Il PD e i suoi alleati dell'IdV sono gli unici che possono evitarci di avere per la terza volta in 15 anni Silvio Berlusconi (così come dice Flores D'Arcais su questo interessantissimo pezzo tratto da Micromega) e la sua ciurma alla guida del nostro Paese.
Il PD affonda le radici nell'antifascismo e quindi non avrà mai nelle sue fila persone come Ciarrapico e Mussolini, ecc.
Con il PD non si avrà il problema di una maggioranza frastagliata, visto che gli alleati del PD confluiranno nello stesso gruppo parlamentare e inizieranno un percorso comune per l'avvicinamento nello stesso soggetto. Non avremo più ne i Caruso che protestano contro il governo, ne i Mastella e i Dini che votano contro! Il PD inoltre non avrà alleati che al Nord e al Sud prenderanno i fucili per futili motivi...

Ci sarebe molto altro da dire, ma non vorrei esser troppo noioso...
Con il Partito Democratico credo si possa realmente e finalmente cambiare l'Italia e renderla più Europea. Il nervosismo del PdL di questi giorni e i giudizi/commenti della gente che si incontra ogni giorno ci dicono che la vittoria non è più miraggio. Un nuovo paese si può (finalmente) fare!!!


p.s. Domani tutti a Milano in Piazza Duomo per il comizio di Walter!

7 commenti:

Anonimo ha detto...

Ma di quale partito parli?
Di quello che Follini, il vostro V-Seg. definisce la novella Democrazia Cristiana? Di quello guidato da un leader certo Veltroni, che allo spagnolo El Pais e al francese Le Monde ha dichiarato di non essere nè socialista nè di sinistra? Di quel partito dove baci ed abbracci si sprecavano stasera in piazza Pebiscito tra Veltroni a Bassolino. Che anzi viene fatto passare dall'ineffabile Veltroni come "vittima" dello scandalo spazzatura. Anzi lo ha ringraziato! Di che? di sette anni di disgrazie napoletane da lui procurate e di centinaia di milioni di euro buttati al vento o nelle capaci tasche dei clientes bassoliniani?
Veltroni ha ripetuto come un disco rotto "adda' passà a' nuttata". ma si può di più? Dopo sette anni di regime bassoliniano stiamo ancora a battagliare con la monnezza.

Di più ancora: D'Alema ha affermato che Bassolino è una persona responsabile per voler lasciare il governatorato nel 2009 e, indi, merita di essere premiato con un euromandato nel Parlamento di Strasburgo. UNA VERGOGNA CHE GRIDA VENDETTA!
Spero che i napoletani non si siano bevuto il cervello e ricordino che l'unico partito di sinistra oggi all'opposizione nella regione Campania è quello socialista.
Liblab

Pietro_d ha detto...

1) il vice segretario è Franceschini...

secondo ieri e l'altro Berlusconi ci ha definiti Comunisti, oggi voi Democristiani... ma sapete qual'è la verità che è un onere appartenere alle due grandi culture del nostro paese... io stesso provengo da una famiglia per metà Comunista e per metà Democristiana, e posso dirti che di differenze non vedo molto... Per me (Socialdemocratico) non è un insulto darmi del Comunista e del Democristiano...

Campania, è uno dei nei del nostro partito. Sono fra quellic he dice che Bassolino (e la Jervolino) sono colpevoli. Ma non sono i soli... ce ne sono tanti, dai ministri Verdi Campani che non hanno fatto un c...o in questi anni ai Sindaci che hanno negato ogni cosa si facesse nel proprio giardino... le colpe ci sono ma sono molto più ampie di qulle che voi vorreste far pensare!

I socialisti italiani non hanno alcun diritto di farci la romanzina, loro che per primi hanno affossato un paese con mazzette e tangenti... come diceva Gaber in Italia c'è stato il più grosso partito Comunista, perchè avevamo il peggior partito socialista!

BC. Bruno Carioli ha detto...

Trovo singolare che chi critica Veltroni " da sinistra" non trovi un aggettivo, un avverbio, un sostantivo per criticare Berlusca.
Una volta un vecchio comunista mi spiegò la teoria del nemico principale.
In sintesi: per battere i fascisti anche alleanza coi monarchici, poi per battere i monarchici..e così via.
Ma il vecchio communista era veramente di sinistra.

Pietro_d ha detto...

d'accordo... Bruno!

ieri Veltroni stupendo in Piazzo Duomo, e con lui Veronesi, ma anche quella che per me è diventata la rivelazione della campagna lombarda... Matteo Colaninno, che sembrava un oratore della vecchia scuola comunista!)

per il resto il voto utile non esiste, ma bisogna dire in modo chiaro che la legge elettorale spinge a far governare chi alla camera ha anche un voto in più... quindi il voto al PD serve a non far vincere Silvio Berlusconi e la sua ciurma ubriaca!

Poi il voto utile in questi giorni è stato solo sbandierato dalla SA, che al Senato ha ragione, ma bisogna anche dire che in molte regioni (lombardia compresa) avrà molti problemi a superare la percentuale dell'8%... quindi attenti ad utilizzare in questi casi il voto disgiunto... potrebbero passare cose pericolose!

l'Elfo ha detto...

Il pd è di sinistra.
E a me piace la figa.

E scusa il francesismo!

v. ha detto...

"Il PD rappresenta la Sinistra"

ahahahahahahahah....

Pietro_d ha detto...

... il PD è la Sinistra... lo dicono i numeri usciti dalle elezioni...

peccato che ancora non avete capito un c.... dalla sconfitta!