mercoledì 9 luglio 2008

Sinistra comica che persevera negli errori

Sono arrabbiato, non tanto per gli attacchi e le parole forti e volgari usate ieri in piazza, ma dal fatto che questa sinistra è ancora troppo autoreferenziale e non ha imparato nulla da tre sconfitte ad opera di Silvio Berlusconi e da due vittorie risicate (Prodi ha vinto la prima volta per la non alleanza della lega e la seconda a causa di una stupida legge elettorale...).

Noi vecchi (e giovani) parrucconi di sinistra portatori sani di verità non abbiamo capito che nonostante la nostra battaglia antiberlusconiana abbiamo perso per ben due volte e ci siamo andati vicini per altre due. Se c'è tutto sto pericolo, perché la gente lo ha scelto così tante altre volte?

L'elettore ha sempre ragione e se ha scelto (più volte) il nano di Arcore nonostante tutto il motivo è semplice. Mentre noi eravamo (e lo siamo ancora adesso) occupati a fare una crociata contro Silvio (ma anche a distruggerci a vicenda, ieri ne l'Unione oggi nel PD), Berlusconi percepiva le richieste degli italiani e le "risolveva" anche se a "modo suo", mischiandole spesso a leggi strane , che assomigliavano più che altro a cavolacci suoi.

Si dice che sbagliare è umano, ma noi perseveriamo. Ci occupiamo troppo di Berlusconi e lasciamo da parte i problemi che attanagliano il cittadino medio, che non arriva alla terza settimana, che che è insicuro nella propria città e così via...
Il problema delle leggi a personam che il Cavaliere sta attuando è grave, ma non dimentichiamoci che il comunissimo sig. Rossi vorrebbe un'opposizione che dedicasse almeno lo stesso tempo per altri problemi. Mentre siamo in piazza, diminuiscono i fondi alle università (che faranno aumentare il prossimo anno le tasse universitarie), aumentano i costi dei generi alimentari e dell'energia, permane l'insicurezza nelle città, ecc...

Bravi continuaiamo così che continueremo ad avere Berlusconi premier per il prossimo decennio...

5 commenti:

ardù ha detto...

pacatamente, serenamente... veltroni ha fatto l'intera campagna elettorale senza mai nominare l'avversario ed ha ottenuto il solo risultato di renderlo talmente potente (l'avversario) da stravincere pur senza casini.
il risultato della sinistra pacata è un governo con berlusconi egemone ed un parlamento stracarico di nani e ballerine (molte sotto i trent'anni e comunque tutte strafiche) pronto a dire sì ad ogni voler dell'infoiato viagraman...

Pietro_d ha detto...

pacatamente e serenamente senza Veltroni avremmo preso una batosta peggiore. I dati dei sondaggi ci davano almeno 10 punti meno.
Sono fra quelli che avevano dubbi sulla segreteria Veltroni (il mio blog potrebbe documentarlo nei post del periodo delle primarie), detto questo non si vince nulla con l'antiberlusconismo. orse si può avere qualcosa nel breve, ma nel lungo periodo se ne esce vuoti, perché si lascia il resto dei problemi del paese in mano alla destra...
a me fa vomitare però il modo sessista in cui stiamo considerando le "donne" dell'armata berluscones... fa schifo...

BC. Bruno Carioli ha detto...

Io la penso come te.

Anonimo ha detto...

Quindi dovremmo approvare al + presto ogni legge che serve a questo premier per lasciarlo finalmente dialogare con noi di problemi seri?

Per quel che ha cominciato a fare il governo, sembra non abbia l'interesse e le capacità per risolvere i problemi degli italiani; non condivido i "complimenti" che gli fai.

Mi sembra semplicista quest'analisi...

Pietro_d ha detto...

non hai capito il senso.

in questi anni ci siamo solo occupati di Berlusconi. Dovremmo occuparci di più di quello che vuole la gente, fare manifestazioni di piazza rivolte più ai bisogni della gente. L'opposizione alle leggi che si fa Berlusconi la si può fare semplicemente in parlamento, e li che deve essere dura. Invece noi andiamo in piazza ad insultarlo e dargli altra benzina...

se solo si utilizzasse lo stesso tempo che impieghiamo per star dietro a Silvio per star dietro alle richieste della gente, forse saremmo al governoo..