lunedì 28 luglio 2008

NO UDC!

Il caldo è una brutta bestia, ed ecco puntuale arriva l'ennesimo commento fuori dal mondo di Fassino. Non ho ancora capito cosa sia successo a Piero in questi anni, ma è dal un bel po' di tempo che dice parecchie cose assurde.

Passino degli accordi per coordinare l'opposizione al governo Berlusconi, ma un'alleanza "elettorale" (per quali elezioni poi? le europee? le amministrative?) con l'UdC proprio non è fra le priorità (vedi la questione sulla precarietà)!

Ma secondo loro la gente di sinistra (anche quella orfana dei partiti che in questi giorni si stanno suicidando) che ancora non è passata dall'altra parte, fra l'originale (il centrodestra di Berlusconi) e quella che sarebbe in pratica una sua copia (PD+UdC) cosa sceglierebbe?

Io non ho dubbi...

Sveglia!!!!!!!!!!!!!

10 commenti:

democonvinto ha detto...

Tanto per cambiare, ti quoto!

Andrea Cavaletto ha detto...

Quoto tutta la vita

mario ha detto...

Beh,
veditela con Valerio Pieroni.

E prendete in giro quelli di Rifondazione?

Pietro_d ha detto...

... va, va, che è meglio....

Alessio Pedrazzi ha detto...

Da SD con affetto: dateci una mano, per l' amor del cielo!!!!
Ovviamente QUOTATISSIMO!!!!!

AKUL87 ha detto...

Bene, vedo che in fondo non siete diventati tutti democristiani ancora...

Francesco ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Francesco ha detto...

A mio parere è piuttosto normale che un partito che si attesta sotto il 35% si ponga il problema delle alleanze anche se, la cosa non mi sembra di prioritaria importanza.

BC. Bruno Carioli ha detto...

Rispondo con una battuta alla tua domanda.
Sceglierebbe chi gli desse la sensazione di occuparsi dei loro problemi.
Magari sbagliando.
Questo è uno dei problemi che ha davanti la sinistra o il centro sinistra.

Rigitans' ha detto...

questo indica la crisi dei democratici. vogliono isolare la detsra berlusconiana inglobando l udc in coalizione, per sbolognarsi di pietro e far litigare la lega con berlusconi in modo che vada da sola alle prossime elezioni. a mio avviso sarà una mossa assurda che sconvolgerà l assetto culturale italiano, con una destra indecente e con un centro stile democrazia cristiana, con gli ex comunisti al post dei cattocomunisti. attenzione quindi, che a giocar col fuoco ci si brucia.