venerdì 9 maggio 2008

Aldo e Peppino per non dimenticare...

Proprio trent'anni fa, morivano due grandi persone, il giovane Peppino Impastato e il"meno giovane" Aldo Moro.
Due persone completamente diverse (un comunista e un democristiano), che neanche si conoscevano, ma che son morte per quello che esprimevano. Il primo, per la sua lotta contro la mafia, l'altro perché stava contribuendo a rimettere in gioco nell'alveo democratico il PCI il più grande fra i partiti comunisti dei paesi democratici.
Uno morto per mano dei mafiosi, l'altro per mano dei brigatisti (e chissà chi altro: servizi segreti italiani, americani e sovietici?!?).

Il loro sacrificio oggi sembra quasi esser stato inutile (la mafia c'è ancora e c'è anche qualcuno che crede che sia eroica) e Moro non viene ricordato a sufficienza, anzi continua ad esser ammazzato, visto che nulla si sa su quel che è successo ma al contempo si continuano a realizzare film che non fanno altro che speculare sulla sa morte.

Chiudo il post con una canzone di Luca Bonini Moro (nipote di Aldo) tratta dalla fine del film "Piazza delle cinque Lune" che ho avuto la fortuna di conoscere (e lavorarci) qualche estate fa.


6 commenti:

innoxius ha detto...

Aldo Moro, di Maglie, era praticamente delle mie parti. Maroni ha detto di voler aprire gli archivi, speriamo amntenga la parola data.

Di Peppino rimane un bel film. Niente di più. Direi più in generale che della questione meridionale rimane tanta bella letteratura, tanta politica e qualche canzone. Niente di più.

Siamo Italiani, niente di più.

Libera-mente ha detto...

No, il loro sacrificio non è stato inutile.
Piuttosto, fa più audience l'esclusione dalla Casa del Grande Fratello o Fattorie varie.. piuttosto che le gesta degli eroi che hanno il coraggio di denunciare, lottare, manifestare e rischiare la vita tutti i giorni per un lavoro o un'idea di giustizia e libertà.

raser ha detto...

chissà se mio figlio saprà la verità sulla morte di moro... sicuramente saprà chi era.

Pietro_d ha detto...

purtroppo Libera-mente, più passano i giorni è più sembrano sacrifici inutili... io credo siano degli eroi a prescindere, ma vedere i Cuffaro e quel che succede in sicilia, e vedere nel caso Moro che i terroristi abbiano diritti di tribuna qua e la, e che invece ai famigliari delle vittime non rimane che un pugno di cenere...

Anonimo ha detto...

poveretto!! così piccolo e già così stupido.
Impastato era di Avanguardia Operaia e i comunistri, se avessero potuto, lo avrebbero pestato ben bene:
Moro ha dato adito a tutte le leggende metropolitane di questo mondo e voi, piccoli politicanti da quattro soldi, ve le bevete tutte e le propagate fra i vostri simili microcefali.
Perchè allora non dire anche che Moro lo ha fatto uccidere Berlusconi? Qualche pentito si può sempre trovare che fa il suo nome.

Pietro_d ha detto...

l'ultimo commento come al solito non ha il diritto nemmeno di ricevere una risposta. uno stupido che non ha nemmeno il coraggio di dire chi è...

un piccolo uomo che si fa forte con dietro una tastiera e si limita a quattro insulti...