venerdì 20 giugno 2008

Bravo Berlusconi!

Non sto scherzando, sto parlando seriamente!
Mentre i nostri si aggrovigliano su questioni senza alcun senso Berlusconi continua a far crescere mattone dopo mattone la sua popolarità nel popolo italiano.
Mentre il PD si scorna sul nome di una festa e sulla sua collocazione europea, Silvio mette al lavoro il suo governo.
Ed ecco che per la prima volta anche a destra si inizia a parlare di liberalizzazioni (avevamo ragione noi allora!), ed ecco che si arriva a soluzione nette (e anche discutibili... a almeno ci sono) sui rifiuti campani, che saranno anche viste male dalla popolazione locale, ma che fanno gran presa sul resto degli italiani.
Brunetta affronta a muso duro un brutto male della burocrazia italiana, gli assenteisti e i fannulloni che per la prima volta (anche se lo aveva già detto il nostro Ichino) non avranno più vita facile e non saranno protetti negli enti pubblici.
Non solo, affronta il problema sicurezza (anche se in modo a mio parere discutibile con l'esercito) proprio come lo vuole la gente, con più uomini in divisa (!?!) sul campo e senza nemmeno la legalizzazione delle sgangherate ronde (padane e non).
E nella scuola ormai ridotta ad uno schifo dall'alternarsi di riforme (di tutti i colori possibili) che hanno reso il percorso più confuso e difficile si parla anche di merito dell'insegnamento e dello studente.
In ognuna delle cose fino ad ora elencate ci sono sicuramente molte, moltissime cavolate (ma non a caso io sono di Sinistra e lui rappresenta la Destra), ma ci sono anche tante cose da non prendere alla leggera, visto che rispecchiano e risolvono richieste che provengono proprio dal basso.

La Sinistra continua a sbagliare (e per fortuna Veltroni ha capito che fair play lo stava per distruggere) e continua ad arroccarsi su posizioni che per la gente comune non sono molto importanti. Alla gente non importa con quale nome si chiamerà la festa del Partito Democratico, così come non interessa dove si andranno a sedere gli eurodeputati del PD (semmai quelle sono cose che interessano a chi fa politica!) o chi è il ministro ombra tal dei tali. Alla gente interessa solo che un governo o un politico risolva problemi (e per primi quelli più urgenti).
Allo stesso tempo la gente (sopratutto quella di sinistra) non ha fiducia di un partito che promuove al grado superiore chi viene sconfitto (vedi Finocchiaro e relativo cappotto siciliano e Rutelli) in barba ad ogni principio democratico!

Come dico dal giorno dopo la sconfitta delle politica, la Sinistra avrà un futuro solo se riuscirà ad accoggliere e a risolvere i problemi della gente, ma purtroppo la nostra classe politica ancora non l'ha capito...


6 commenti:

conteoliver ha detto...

Oggi ha detto che Veltroni è un fallito.
Quando ha ragione, bisogna prenderne atto.

Lauretta ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Lauretta ha detto...

no, veltroni non è un fallito

ha dato una chance ad un centrosinistra che ha dato una prova di sè, nei due anni di governo, pietosa e invotabile.

la questione è
sopraviverà al fuoco amico?

quando capiranno i nostri che le loro dispute interne ci porteranno al tracollo?

e a sinistra che fanno?
hanno proprio deciso di suicidarsi?

questo paese avrebbe un bisogno disperato di 10 anni di buon governo
(quella socialdemocrazia che a noi fa tanto schifo ma che ha reso alcuni paesi europei i migliori come qualità di vita e servizi alla popolazione)

e invece il centrosinistra continua a litigare
su facezie
ormai da 20 anni
contendosi le proprie rovine

@pietro_d

ho segnalato il tuo post sul mio blog!
parole saggie...

Pietro_d ha detto...

sono d'accordo con Laura... non credo che il Veltroni abbia fallito... anzi...

ora però tocca anche a lui dare una sterzata ed evitare le paludi...

grazie per la segnalazione!

commento eliminato?!? e che sarebbe?

Pietro_d ha detto...

capito... post doppio di Laura! :D

vincenzo ha detto...

certo che però ti è bastato dire una volta bravo al presidente del consiglio che lui, una settimana dopo ti ha subito ringraziato a sua volta con le sue subdole prove di statista finto!

e vabbeh...che ci possiamo fare! Anche a me le sue prime iniziative non dispiacevano poi tanto...sono le ultime che mi lasciano perplesso. A cominciare da Alitalia, continuando per quegli emendamenti sulla giustizia, per poi concludere con la finanziaria e l'ICI!!! bentornato Silvio!

ciao
vincenzo